Igiene e sterilizzazione degli strumenti: perché è importante, come fare per essere a norma

Igiene e sterilizzazione degli strumenti: perché è importante, come fare per essere a norma

L’igiene è essenziale, come chiunque lavori a contatto con le persone sa bene. Anche pazienti che a prima vista possono sembrare perfettamente sani, infatti, possono essere portatori di infezioni latenti: ad esempio, è purtroppo molto diffusa l’epatite C.
E le piccole infezioni della pelle, come possono essere micosi e verruche, se anche non sono altrettanto gravi sono sicuramente molto fastidiose e purtroppo molto facili da trasmettere…
La sterilizzazione è quindi un procedimento essenziale per proteggere i clienti dei centri (estetici o medici che siano) dal rischio di “infezioni incrociate”: la trasmissione, cioè, di infezioni da un cliente a quello successivo. Ma, ancora di più, è essenziale per proteggere gli operatori e le operatrici, che con gli strumenti potenzialmente infetti lavorano a contatto continuo!

IL PROCESSO DI STERILIZZAZIONE
Ai sensi della legge, gli obblighi di sterilizzazione si applicano in uguale misura a tutte quelle attività che utilizzano strumenti cosiddetti “invasivi”, cioè che entrano in contatto con pelle, liquidi biologici o mucose del corpo umano.
Indipendentemente dal fatto che si tratti di un bisturi o una forbicina per unghie, quindi, lo strumento deve essere sterilizzato fra un uso e l’altro. Non è una prudenza eccessiva: una forbicina o una pinzetta possono mantenere microscopiche tracce di sangue non visibili ad occhio nudo ed essere potenziale veicolo di infezioni di varia gravità.
La sterilizzazione è quindi essenziale. Di solito con il termine “sterilizzazione” ci si riferisce ad una singola fase di lavoro, da compiersi con il supporto di apparecchiature apposite, ma in realtà è più corretto parlare di un processo completo che comprende igiene e sterilizzazione.
Questo processo comincia subito dopo l’uso dello strumento: comprende la raccolta, la decontaminazione, il lavaggio, il risciacquo, l’asciugatura, il controllo e l’eventuale manutenzione, l’eventuale confezionamento, e solo a questo punto la sterilizzazione vera e propria degli strumenti.
Sembra troppo complicato? Forse lo è di più a dirsi che a farsi, perché in effetti ogni fase ha una sua precisa ragione d’essere e risponde ad una necessità pratica. Se si vuole lavorare bene, insomma, non sarà così difficile essere in regola.

LE PRESCRIZIONI DI LEGGE
Per legge ogni centro deve prevedere degli spazi appositi per questo genere di operazioni, diverso da quello dove si svolge il lavoro, e le attrezzature adatte. Si fa riferimento a diversi articoli di legge che trattano aspetti diversi – dal procedimento di igienizzazione ai requisiti per le apparecchiature.
È sempre la legge che richiede che ogni centro predisponga un documento in cui si descrive il processo messo a punto per garantire la sicurezza dei propri clienti e dipendenti: ogni centro infatti avrà procedure leggermente diverse a seconda dell’organizzazione degli spazi e delle attrezzature di cui si è dotato.
Queste procedure devono essere scritte in un apposito documento che contenga la valutazione dei rischi per la salute durante l'attività lavorativa e l'indicazione delle misure adottate per prevenirli. Questo documento va periodicamente aggiornato ed esibito a richiesta alle autorità competenti, insieme alle certificazioni delle apparecchiature.
Pochi centri, in effetti, sono a norma da questo punto di vista, di solito più per ignoranza che per trascuratezza. Eppure, ogni centro potrebbe essere soggetto a controlli da parte dei NAS o dell’ASL che potrebbero portare, nei casi di inadempienza più grave, fino alla chiusura temporanea del centro per motivi sanitari – di certo, non un bel biglietto da visita di fronte ai propri clienti.
Nelle fasi in cui si maneggiano strumenti potenzialmente infetti, gli operatori per la loro sicurezza dovranno poi indossare appositi strumenti di protezione, come guanti monouso.

GLI STRUMENTI PER STERILIZZARE
Ecco che, se consideriamo l’intero processo e non solo la fase di sterilizzazione vera e propria, vediamo come in ogni fase possiamo essere aiutati dall’ utilizzo di attrezzature specifiche:
- Per la decontaminazione e il lavaggio, si può fare ricorso ad apposite vaschette e liquidi di lavaggio specifici. La legge prescrive che durante la decontaminazione il trattamento degli strumenti sia in grado di eliminare il virus dell’HIV; deve avere quindi un’efficacia piuttosto alta, come pure il lavaggio. Per questo quindi ci si affida a soluzioni apposite ed apparecchiature specifiche, come le apposite vasche ad ultrasuoni.

- Per non vanificare gli effetti dei passaggi precedenti e per non rischiare di danneggiare gli strumenti, il risciacquo deve essere effettuato con acqua sterilizzata. Per questo, nel catalogo Zanni Podospecial troverete anche un distillatore.

- Un po’ per tutte le fasi del procedimento serviranno, ovviamente, guanti monouso, camici e altre protezioni igienicamente irreprensibili.

- Alcuni sterilizzatori permettono di sterilizzare strumenti imbustati: una soluzione ottimale perché mantiene l’igiene dello strumento perfettamente garantita fino al successivo utilizzo.
Per questo, è possibile acquistare apposite imbustatrici e tutto quanto serve per il confezionamento – ed essere così sicuri di fare una splendida impressione al cliente, aprendo davanti ai suoi occhi la busta con gli strumenti sterili con i quali lavorerete su di lui!

- Infine, arriviamo alla fase di sterilizzazione vera e propria. Gli sterilizzatori possono essere di vario tipo secondo la tecnologia a cui si appoggiano (vapore, raggi ultravioletti, ecc), alla quantità di attrezzi che si può mettere al suo interno, ai tipi di materiale che riescono a trattare (ad esempio, non tutti riescono a sterilizzare strumenti cavi o carichi porosi).

Una buona procedura di igiene e sterilizzazione è quindi, prima di tutto, un investimento importante per il futuro del centro: per essere in regola con le leggi, per garantire la salute di clienti e operatori e non rischiare rimostranze né procedure legali.

Trovate i prodotti Zanni Podospecial dedicati all’igiene e alla sterilizzazione a questo link: http://www.podospecial.it/categoria/19-igiene_sterilizzaz

Per la scelta delle attrezzature siamo a vostra disposizione per consigliarvi la soluzione più efficiente per la vostra tipologia di centro e il vostro carico di lavoro, garantendovi la giusta assistenza e le corrette indicazioni di utilizzo.