I bagni di paraffina per mani sempre perfette

I bagni di paraffina per mani sempre perfette

Si dice che le mani parlano e raccontano qualcosa di noi: è perfettamente vero. Mani curate e morbide sono un biglietto da visita al quale nessuna donna vuole rinunciare (e neanche molti uomini).
C’è poi un aspetto legato alla salute: i tanti fastidi di una pelle screpolata o arrossata non sono certo da trascurare.

Se tradizionalmente questi problemi venivano risolti con l’uso di creme specifiche, soprattutto durante l’inverno, già da alcuni anni ormai i centri estetici propongono anche un trattamento diverso, più intensivo, che permette di rendere elastica e morbida anche la pelle più refrattaria alle creme: il bagno alla paraffina, da farsi da solo oppure inserire in un percorso completo di Hand Spa.

In questo articolo tratteremo dei bagni di paraffina per le mani, ma ricordate che lo stesso trattamento può essere fatto anche per la pelle del piede.

VANTAGGI PER ESTETICA E SALUTE

Dal punto di vista strettamente estetico, i bagni di paraffina riescono a rendere morbida e vellutata anche la pelle più difficile, rimuovendo gli indurimenti e uniformando il colorito grazie all’azione idratante che esercitano.

Inoltre ammorbidisce le cuticole, rinforza le unghie e allarga i pori: rende molto più facile, così, sia la cura delle unghie che l’assorbimento di qualsiasi lozione o maschera si voglia applicare successivamente.
È poi un tipo di trattamento che aiuta anche la salute delle mani. In particolare, basandosi su bagni caldi, stimola la circolazione sanguigna e dà sollievo in caso di problemi di artrite e reumatismi, diminuendone sensibilmente i sintomi. Riesce anche ad alleviare alcuni dolori muscolari (ad esempio quelli derivanti da traumi sportivi).

Proprio per l’utilizzo del calore, però, non è da considerarsi un trattamento per tutti. Non è adatto infatti alle donne incinta, a chi allatta, a chi ha problemi di circolazione o di ipertensione.

IN COSA CONSISTE IL TRATTAMENTO

La paraffina è una cera minerale capace di immagazzinare molto calore e poi rilasciarlo lentamente. Spesso per i bagni caldi la paraffina non viene utilizzata pura, ma all’interno di mix che prevedono anche oli minerali o essenze profumate per rendere il trattamento più efficace oppure semplicemente più piacevole.

Sul sito Podospecial, ad esempio, ne troverete al fiordaliso, all’aloe, alla pesca. Potete ordinarli da qua insieme a tutta l’attrezzatura necessaria al trattamento: http://www.podospecial.it/categoria/78-paraffina
Di solito, prima del bagno vero e proprio l’estetista procede a effettuare uno scrub leggero sulle mani della cliente. La pelle viene così esfoliata delle cellule morte, ma con estrema delicatezza.

Si procede poi ad un massaggio con una crema emolliente ed idratante. La funzione di questo passaggio è dare comunque alla pelle un leggero strato protettivo in vista del calore intenso della vasca di paraffina; non è un passaggio strettamente necessario (la temperatura della vasca è alta, ma non così tanto da far danni alla pelle delle clienti!) ma è buona norma seguirlo sia per prudenza, sia per la sua piacevolezza.

Solo a questo punto le mani vengono immerse nella vaschetta piena di paraffina liquida e subito ritirate. Si ripete la fase di immersione più di una volta secondo le necessità specifiche e si fanno indossare alla cliente degli speciali guanti termici che trattengono il calore.

Quella di trattenere il calore e rilasciarlo molto lentamente è una caratteristica della cera: l’abbinamento dei guanti rende questo processo ancora più efficace. I guanti possono essere rimossi dopo 15-20 minuti circa che si trasformano in una pausa di relax intenso, grazie al calore che dalle mani si sprigiona verso tutto il corpo e ai delicati profumi che si spandono nell’aria!

Alla fine, la paraffina viene rimossa dalle mani applicando un prodotto sgrassante.

E PER LA POSA DELLO SMALTO?

Se si intende procedere con una manicure ordinaria con applicazione di smalto anche semipermanente, la mano è ora perfetta: le cuticole si sono ammorbidite, le unghie rinforzate, tutta la mano è pronta per i trattamenti successivi.

Solo nel caso si debba procedere con una ricostruzione dell’unghia, invece, si consiglia di farla prima del bagno caldo di paraffina perché la superficie naturale dell’unghia potrebbe avere un’aderenza minore; il calore della paraffina non va comunque a danneggiare eventuali ricostruzioni dell’unghia già presenti.

Volete maggiore informazioni sui bagni di paraffina o il kit necessario (vaschetta, cere, guanti di protezione, prodotti complementari)? Contattateci liberamente o rivolgetevi al vostro agente Zanni Podospecial.